AperitiVino 7 febbraio Le Masciare Irpinia Campania

0
88

Vini autoctoni, naturali & cucina regionale con il viticoltore. Nell’eccezionale cornice dei palazzi dell’Esedra, in Piazza della Repubblica, un tour tra i vigneti più interessanti d’Italia, esaltati dalle creazioni gastronomiche regionali.

Azienda vitivinicola ospite: Le Masciare, Irpinia CAMPANIA

Condurrà la serata Erik den Dunnen, titolare

La cantina: Nove anni fa Erik capì che alzarsi alla mattina era una fortuna che non si poteva più sprecare nel mondo della finanza olandese. Decide con la moglie Virna, di origine romana, di investire in Italia e vede nell’Irpinia una zona di vini grandissimi ancora sottovalutata. Trova la sua casa a Paternopoli: quindici ettari vitati, coltivati in biologico dal 2005, lavorati direttamente. Rese per ettaro bassissime, vecchie vigne – alcune hanno 70 anni – una filosofia produttiva che ha rinunciato alla logica dell’espianto e della produttività, per valorizzare il patrimonio viticolo esistente.

Perché non perdersi la degustazione: Per conoscere i vitigni autoctoni Irpini, valorizzati in chiave moderna da Le Masciare, che ci propone vini di grande personalità e bevibilità. Vini buoni per il palato e per l’ambiente.

PRIMO CALICE: Fiano di Avellino DOC 2017
uve: Fiano 100%
affinamento: acciaio
BONTA’ REGIONALE: Salsiccia e friarielli con leggere note di peperoncino

SECONDO CALICE: Campi Taurasini 2015
uve: Aglianico 100%
affinamento: 20 mesi di acciaio + 6 mesi in bottiglia
BONTA’ REGIONALE: Casatiello napoletano con salame, parmigiano e provolone
*Casatiello: torta salata preparata con pasta di pane compatta con lieve occhiatura

TERZO CALICE: Taurasi DOCG
uve: Aglianico 100%
affinamento: 18 mesi in acciaio + 18 mesi in botti di rovere francese + 6 mesi in bottiglia
BONTA’ REGIONALE: Cubotto di Maialino Nero dell’Irpinia marinata alle erbe

*Maialino Nero: razza autoctona nazionale, proveniente da un piccolo allevamento allo stato brado nel beneventano, in classifica tra le migliori razze suine del territorio.

Costo 15€

Il Format de L’AperitiVino

Cibo e vino: in Italia sono un patrimonio culturale di ineguagliabile varietà, testimonianza di tradizioni, creatività, territorio. È questa varietà che Officine Italia si propone di celebrare nel suo concept, ed è questo il file rouge che percorre le imperdibili degustazioni che vi proponiamo per il mese di dicembre, che saranno replicate ogni giovedì a partire da gennaio 2019.

Un format snello, che prevede la degustazione di tre calici in abbinamento a tre specialità regionali, all’interno del quale, di volta in volta, sarà ospitata un’azienda vitivinicola che guiderà la degustazione.

I vini sono strepitosi, li abbiamo selezionati pensando possano essere testimonianza di uomini e terroir. Saranno accompagnati da assaggi di arte culinaria di ispirazione regionale, creati appositamente dalla nostra brigata di cucina. E snello sarà anche il prezzo, 15 euro per la degustazione di vini di alta qualità e finger food regionali.