Dal 1 al 24 dicembre torna a Roma ed in altre 12 città lo Spazio Natale Emergency

0
83
Spazio Natale Emergency

Anche quest’anno, con Emergency, il Natale può diventare un’occasione per offrire un dono alle persone care ma anche un aiuto concreto a chi ha bisogno di cure.

Dal 1 al 24 dicembre in 13 città italiane apriranno gli Spazi Natale Emergency, luoghi accoglienti in cui trovare regali natalizi tra centinaia di proposte. Lo Spazio Natale di Roma sarà inaugurato venerdi 1 dicembre, in via IV novembre, 157/b, a partire dalle ore 18.00,  con la presenza di Paola Minaccioni, che farà da “guida” nell’esperienza in realtà virtuale con i visori a 360° nel campo profughi di Ashti, in Iraq e con l’artista Fabio Magnasciutti (Her Pillow), che autograferà i calendari 2018 di Emergency, di cui ha realizzato le illustrazioni.

I fondi raccolti saranno destinati ai progetti di Emergency dedicati alle vittime di guerra in Afghanistan e in Iraq, a cui l’associazione offre cure gratuite e di elevata qualità.

Da dicembre 1999, Emergency ha curato in Afghanistan oltre 5.583.000 persone. Nel 2017, in media 9 vittime di guerra sono state ricoverate ogni giorno nell’Ospedale di Emergency a Kabul, una su cinque era un bambino.

Anche in Iraq Emergency fornisce assistenza alle vittime del conflitto, nel Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale di Sulaimaniya, specializzato in fisioterapia e produzione di protesi per pazienti mutilati, e nei campi profughi dove oltre 560.000 persone hanno cercato rifugio dai combattimenti che insanguinano l’Iraq e i Paesi vicini.

Molte idee-regalo proposte negli Spazi Natale Emergency hanno dietro una storia. Come gli anelli, i bracciali e i portachiavi di No War Factory, un’azienda che produce gioielli realizzati a mano da artigiani del Laos con l’alluminio recuperato da frammenti delle bombe sganciate durante la guerra del Vietnam. O come i torroni de I girasoli Onlus, che, nel centro della Sicilia, gestisce un mandorleto confiscato alle mafie in cui lavorano, retribuiti, gli ospiti del vicino Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati).

Fare acquisti negli Spazi Natale Emergency significa quindi anche sostenere gli artigiani di Paesi in guerra e le aziende solidali italiane, quelle che si impegnano nel recupero di luoghi e nel sostegno di persone e comunità. Non mancano, naturalmente, i gadget a marchio Emergency con alcune belle novità, tra cui il taccuino, la tazza e la borraccia firmati dall’illustratore Scarabottolo, la matita “Perpetua” e il Keepcup con il logo dell’associazione, oltre al calendario 2018 di Emergency, firmato dall’artista Fabio Magnasciutti.

Gli Spazi Natale Emergency ospiteranno quest’anno l’esperienza in realtà virtuale “La polvere di Ashti”: indossando i visori gli spettatori potranno immergersi a 360° nel campo di Ashti (nell’area di Arbat, Nord Iraq), che ospita gli sfollati iracheni che hanno cercato rifugio dalla guerra. Il protagonista del video è Murad, un collaboratore di Emergency, anche lui sfollato a causa della guerra. L’esperienza a 360° ideata da Emergency sarà disponibile in tutti gli Spazi Natale Emergency e sarà promossa da “guide” d’eccezione del cinema, della TV, della letteratura, del fumetto o della musica.

Gli Spazi Natale Emergency sono a Milano, Roma, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Firenze, Genova, L’Aquila, Napoli, Padova, Torino e Trento.

Su https://eventi.emergency.it/natale2017/  tutti gli indirizzi degli Spazi Natale 2017.