Human Colonies e il nuovo E.P. Cloudchaser and Old Songs

0
84

A solamente un anno dall’album “Midnight Screamer” gli Human Colonies pubblicano il 28 novembre per MiaCameretta/Lady Sometimes il nuovo EP “Cloudchaser and Old Songs”.

Un inedito, Cloudchaser, e tre “old songs” estrapolate dalle prime due demo della band, interamente reinterpretate e riarrangiate. Poco più di quindici minuti di riverberi e distorsioni, dolcezza e impeto. L’artwork è stato realizzato dal giovane fumettista/musicista italiano Guido Brualdi.

BIOGRAFIA

Formati a Bologna nel 2013 gli Human Colonies (Giuseppe, Sara e Pietro) sono una band shoegaze/noisepop, attualmente di base tra le montagne della Valtellina ed il lago di Como.

Sin dall’inizio le loro canzoni si sono caratterizzate per l’uso costante di distorsioni assieme a un’attitudine post-punk, che hanno portato alla registrazione di un breve demo omonimo (2013) e l’EP “Calvary” (2015), seguito dall’EP “Big Domino Vortex” (MiaCameretta/Lady Sometimes, 2017) e “Midnight Screamer” (entrambi registrati al VDSS Recording Studio da Filippo Strang), nonché primo loro LP (MiaCameretta/Lady Sometimes, 2018); quest’ultimo segna un passaggio a sonorità più vicine all’indie statunitense con Dinosaur Jr., Yo La Tengo e Sonic Youth come riferimenti più immediati.

La copertina del disco è stata infatti realizzata da Travis Millard (artista di Los Angeles già al lavoro con Dinosaur Jr., METZ, Get Up Kids e tanti altri). Sempre nel 2018 la band entra nel roster della booking romana Asap Arts; collaborazione che permetterà loro di suonare in svariati club e festival in giro per lo stivale. Menzione particolare la loro partecipazione al Lars Rock Fest 2019 in apertura ai Cloud Nothings.