Roma Suona

c'era una volta il muro
11 maggio 2017

Il cinema della DDR al Palazzo delle Esposizioni

Ha preso il via, dal 5 al 28 maggio, presso la Sala Cinema del Palazzo Delle Esposizioni di Roma, un’ interessante rassegna cinematografica in collaborazione con il Goethe Institut di Roma e la fondazione tedesca DEFA STIFTUNG :

C’era una volta il muro. Capolavori del cinema della Germania Est ”.
20 film scelti proprio dal vasto archivio della Defa, impresa cinematografica attiva tra il 1946 ed il 1992, organo più che altro della propaganda della SED, ed unico centro di produzione di film nella DDR con all’attivo migliaia di pellicole tra film , documentari e film d’animazione.
E se l’intento dei funzionari di partito e del governo era quello di divulgare ed educare ( grazie alla potenza delle immagini ) alla cultura del ” Socialismo Reale ” con regole propagandistiche imposte ed offrire una concezione marxista della storia , come ogni regime insegna, spesso l’evoluzione della nascente e progressiva critica cercava ugualmente di sfuggire alla censura per descrivere i conflitti e compromessi che questa società poteva far vivere, con le opere che dovevano superare numerosi ostacoli prima di essere prodotte e distribuite.
Grazie a questa rassegna , abbiamo la possibilità di osservare il rapporto tra ribellione e propaganda vissuto in questo strano paese esistito per 40 anni tra est ed ovest.
20 film dicevamo, mai usciti in Italia, tutti molto diversi tra loro. Spesso censurati e proiettati solo dopo la caduta del muro, colpevoli di non aver seguito le linee programmatiche essenziali o le indicazioni ideologiche del partito.

 

Alcuni a carattere storico/antifascista che raccontano dell’immediato dopoguerra( ICH WAR NEUNZEHM , e DIE MORDER SIND UNTER UNS ), oppure esplicita propaganda come il documentario WER DIE ERDE LIEBT , reportage sulla giornata mondiale della gioventù – comunista- tenutasi a Berlino Est nell’estate del ’73. Mentre osserviamo le sfilate dei gruppi di giovani accorsi dal tutto il mondo, e le parate sulla Karl Marx Alle sotto gli occhi orgogliosi di Herich Honecker, capo di stato della DDR , viene da pensare che si può guardare alla rivoluzione con occhi più puri , perché si traduce in desiderio di condivisione e di confronto ( un paradosso nel paese della chiusura ? ) , desiderio che nei giovani è forse uguale in tutto il mondo.
Adattamenti da romanzi ( DER GETEILTE HIMMEL opera letteraria di Christa Wolf, metafora sulla crisi di coppia e la divisione delle 2 germanie ) , che ha aperto la rassegna,  commedie amare diventate veri cult con notevole successo di pubblico come DIE LEGENDE VON PAUL UND PAULA, oppure storie di amori gay con COMING OUT, film vincitore dell’orso d’argento alla Berlinale del 1990. La proiezione del film avvenne proprio la sera del 9 novembre 1989 e destino ha voluto che allo scorrere dei titoli di coda , nello stesso momento ,sul ponte di Bornholmer Strasse la storia iniziava a sgretolarsi.

 

I regimi ci insegnano che c’è l’urgenza di raccontare e la voglia di poter criticare, cogliere i fatti nei contesti storici a cui appartengono, e questi film ci danno la possibilità di analizzare quanto la mobilitazione e la ribellione , da quella parte del muro, fosse ricca di poesia . Non ci appare solo il grigiore burocratico degli equilibri tradizionali ma piccole perle da scoprire, film che mutano le trame con il mutare della società e della presa di coscienza della propria condizione.

 

Fino al 28 maggio, ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. film in lingua originale, sottotitolati in italiano.

Margherita Pagnano

Per conoscere l’intera programmazione clicca QUI

Commenta

La tua email non sarà pubblicata.Compila i campi segnati. *

CAPTCHA

*

Articoli correlati

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Hai un band o una struttura?

Cosa aspetti ad iscriverti a RomaSuona e a far sentire la tua voce nello spazio online più rumoroso della capitale?!

REGISTRATI

RomaSuona su Twitter
  • 5 mesi ago

  • 6 mesi ago