Il Complesso di Plutone ascolta l’intero album

0
205
Complesso di Plutone

E’ un ottimo esordio, ma è sopratutto un ottimo disco; suonato con grande perizia, è Il Complesso di Plutone.

Un bel crossover fatto di mille colori, ma anche di mille altre sonorità che cambiano con una semplicità che fa di questa band un gran bel progetto.

Il tutto è impreziosito da controcanti, cori, voci che si inseriscono perfettamente nel progetto musicale, i testi, per nulla scontati sono un pò l’anello di congiunzione di tutto il lavoro.

Cantautorato? mah…forse, il fatto è che “Il Complesso di Plutone” non pongono limiti e non danno riferimenti specifici a chi decide di appassionarsi a questi ragazzi che hanno il dono di rendere piacevole la semplicità, il che non vuol dire banalità, bensì grande senso della melodia che non risulta mai scontata.

Il disco è completamente auto prodotto, per cui supportate e condividete la musica fatta dal basso, perchè questa è musica di ottima qualità.

Una bella sorpresa e buona musica da Roma.

Line Up:

Giorgio Tullio “GT” De Negri – voce, chitarra
Francesca “Bulla” De Negri – voce
Andrea Cian – chitarra
Valerio “Profeta” Giuffrida – basso
Giorgio Sorani – batteria

 

 

Plutone è un pianeta anomalo.
La sua orbita non è regolare.
E’ il pianeta più lontano dal Sole,
il più freddo, il più piccolo, il più lento, l’ultimo.
A stento è stato annoverato tra i pianeti.
Non è visibile dalla Terra a occhio nudo.
Eppure a volte ci appare, fenomeno raro,
come una luce bluastra, quasi verdognola,
che brilla intensa nelle notti senza luna.

Il Complesso di Plutone nasce in notti come questa.

Nasce dalla volontà di respirare, di appagare il desiderio di unire influenze, pensieri e persone, attraverso la musica.
Giorgio Tullio De Negri, Francesca De Negri, Andrea Cian, Mardeni Simoni, Valerio Giuffrida e Giorgio Sorani suonano insieme per la prima volta sul finire del 2012. Presto Mardeni Simoni emigra per trovare lavoro in Francia, rappresentando la sua quota di un fenomeno poi non cosí moderno.
Come l’orbita di Plutone, eccentrica è la musica a cui danno vita: pur con evidenti influenze rock, è difficilmente inquadrabile in un genere definito, in quanto ogni membro del gruppo vi imprime la sua realtà, la sua storia, la sua verità, e peculiarizza il tutto con il proprio contributo:

Giorgio S., batterista e fonico, cerca senza successo di unire le proprie influenze metal e il gusto per la sperimentazione alla volontà di creare ritmi e sonorità rock e pop tradizionali.

Valerio “Il Profeta”, bassista e cultore del progressive, quando suona medita su ogni singola nota cercando sempre di dar vita a ciò che pensa, anche nel caos non perde mai la sua aplomb.

Chitarrista solista, Andrea Cian è l’anima rock della band; ha un background musicale molto sfumato, ma riassumibile in una parola: Rock!

Francesca sà farsi valere nelle più diverse situazioni; la sua voce flautata è specchio di un’ascoltatrice ghiotta, che canta su qualsiasi tipo di musica, dall’elettronica all’analogica.

Giorgio Tullio GT De negri, astronauta dell’ inconscio, speleologo di metafore, giocoliere dell’assurdo, chitarrista, bassista, pianista, cantante, autore dei testi e leader della band, proviene da influenze principalmente metal, rap e cantautoriali.

Il sette febbraio si é svolto durante e dopo la convenscion delle Fave (fan di Elio e le storie tese) XDLOL, e i membri del Complesso si sono anche cimentati in diversi riarrangiamenti (dal corale al quartetto d’archi e pianoforte) dei brani degli Elio E Le Storie Tese, prima di lanciarsi nello show!