Il Giardino Violetto + Bleib Modern @Wishlist 5 ottobre 2018 il report

0
360

Di Stefano Di Ielsi.

Un venerdì sera piovoso, tra le auto bagnate e la prima aria fresca a Roma e San Lorenzo sembra intorpidita dalla cornice autunnale. Sono le 22:00 e in giro c’è poca gente. Recarmi in un locale storico come il Wish List, per chi come me ha “qualche anno”, evoca ricordi particolari dal sapore elettrico, quindi incuriosito e un po’ intirizzito dal clima avverso mi immergo in quella che sarà una serata dal marchio Dark-Wave.

Il Giardino Violetto

Apre la serata Il Giardino Violetto band storica del circondario New Wave romano, che vide la luce nel 1989 come trio, per poi rifondarsi totalmente e riprendere un nuovo corso nel 2004 con la ristampa di Danse Macabre e con un ripresa dell’attività live nel 2017. La band si presenta come duo – Voce/basso/campionatori e voce – e propone una scaletta corposa e intesa ripescando dai primissimi lavori, Danse Macabre appunto e il Demo 2018, appena pubblicato sulle piattaforme web.

I due protagonisti si stagliano di fronte al pubblico incappucciati con una maschera di cuoio, lui piantato dietro il microfono a segnare claustrofobici riff di basso e lei ai piedi del palco narrando le linee vocali, muovendosi e danzando quasi imprigionata dal proprio stesso sound. Le due vocalità si alternano contrastanti, tra corali e litanie fredde come lame – Lacrime Scorrono Fredde e Litanie a Satana -, testi crudi fatti di immagini flash ad alto impatto si snodano con un incedere lento e oscuro, dove il basso interviene per far quasi “respirare” l’atmosfera densa e ormai satura – Liquid Sensations Display -. Si alternano brani in inglese e in italiano, dove questi ultimi appaiono decisamente di più alto peso specifico.

Il pubblico appare quasi stregato dallo show ipnotico del duo romano, che ha la capacità di creare un cerchio magnetico attorno a se, riuscendo a valorizzare al meglio il proprio repertorio con una presenza scenica di indubbio livello scenografico.

SETLIST

Catacombs

Lacrime Scorrono Fredde

Liquid Sensations Display

Anomalia

Legge

Incubus

Maturità

Il Giardino Violetto

Litanie a Satana

Bleib Modern

Sfumate le nebbie intrise di dark oscuro de Il Giardino Violetto, prendono possesso del palco direttamente da Berlino, i Bleib Modern, quella che ad oggi è considerata una delle maggiori esponenti del Dark-New Wave di Germania, che segnano a Roma la penultima tappa del tour che promuove il loro ultimo LP “Antagonism” uscito nel 2017.

Procuratisi una giusta – per loro!!! – dose di birre da portare sul palco, i cinque teutonici si lanciano nel loro show, movimentando la sala e caricandola di distorsioni e sonorità elettriche. La sezione ritmica incalza con ottima presenza, il basso martella senza scrupoli lo stomaco del pubblico romano che sembra apprezzare la dinamicità dei brani. In effetti la dimensione live sembra mettere particolarmente a proprio agio Vinz e Peter, i due folli chitarristi, che si muovono, girano e cercano continuamente intesa con tutta la band, entrando ed uscendo da ogni brano in un alternanza veramente ben combinata. In effetti la cosa che mi colpisce maggiormente dei Bleib Modern è la loro capacita dinamica, e di come riescono a caricare di intensità ogni traccia, per poi d’improvviso ridimensionare i suoni e renderla scarna e minimale, senza perdere affatto la propria resa live. Ognuno dei componenti riesce ad entrare ed uscire dal brano, in un alternanza suggestiva, creando un sound completo e ben definito, passando da momenti estremamente scarni a momenti carichi d’intensità. In tutto ciò, il “vocione” di Philipp, dietro una presenza scenica quasi adolescenziale, infonde carica e austerità al sound tipicamente Dark-Wave che distingue il combo berlinese. I brani si susseguono tra nuovi – estratti da Antagonism – e più datati, come “I Dont Like You” e “Blackened Soul” mostrando, nonostante la giovane età, la corposità del proprio repertorio.

I cinque ragazzotti teutonici sono ancora pieni di vigore ed hanno musica da elargire e ci regalano ben cinque brani inediti, che loro stessi – su mia specifica richiesta – confessano di non aver ancora intitolato e di indicarvele semplicemente come #new song1, 2 ,3 ,4, e 5. Ma per dovere di cronaca, Phil & soci non me ne avranno a male se gli ho “rubacchiato” la foto della loro set list da palco e mi permetto di pubblicarvela così, nuda e cruda.

I Bleib Modern riescono senza alcun dubbio a conquistare la platea, coinvolgendo e facendo ondeggiare le teste – e non solo! – del pubblico romano. Uno show di sicuro livello che meriterebbe decisamente uno spazio di maggiore rilievo da parte degli amanti del genere e non solo.

Line Up

Philipp (Voce),

Vinz (Guitar),

Peter (guitar),

Leo (bass),

Tommy (drums)

SETLIST (brani pubblicati)