Inior Hypenerotomachia

0
162
Inior

Gli Inior Sono una progressive rock band della capitale, il disco uscito da poco ha un titolo complicatissimo “Hypenerotomachia”.

Band come come queste sono senza dubbio tecnicamente molto preparate, il progressive rock non si improvvisa, ma nel disco c’è molto di più, oltre alla tecnica di indubbio valore va aggiunta una buona dose di creatività; certo non stiamo parlando di un disco rivoluzionario, e nemmeno di un capolavoro del prog mondiale, però a partire dal primo brano si capisce subito che fanno davvero sul serio, una overture di tutto rispetto e di gran classe.

Non è il solito scimmiottamento di questo o quel gruppo famoso, no, quì le scelte armoniche e le melodie si spingono oltre la semplice pedissequa struttura che in questo genere spesso diviene noiosa e poco credibile.

Gli Inior hanno un progetto serio in testa, un difficile percorso che hanno perseguito con grande determinazione, un insieme di momenti che è davvero un piacere ascoltare, hanno sapientemente evitato certi barocchismi che avrebbero inesorabilmente portato la band ad essere una delle tante “cover” band fotocopia del mondo progressive.

Un disco completo e senza una sbavatura, senza una nota fuori posto  e senza declinazioni copia/incolla, ottime le soluzioni nei cori e sul cantato che spesso in altri progetti risulta inascoltabile.

Un disco potente, fatto di fughe e rimandi concepiti secondo alcuni essenziali canoni d’obbligo in questo genere, ma che sono sviluppati con grande fantasia e creatività.

Il progetto è concepito nel 2005 da Marco Berlenghini e Flavio Stazi.

Inciso molto bene, buona la copertina, arrangiato ottimamente.

Un disco dall’aspetto multiforme e a tratti davvero imponente.

Inior Hypenerotomachia Track List:

The Paper Ship
Mu.s.e.
Stain Of Steel
Worn-Out
From Blue To Red
Starslave
Resilient
INI.OR
Dust

Prince Faster