La Sindrome Di Kessler è uscito il nuovo video Cemento e Nuvole

0
255
La sindrome di Kessler

Uscirà il 01.06.2018 edito da ‘Revubs’, il secondo album de ‘La Sindrome di Kessler’ dal titolo ‘Cemento e Nuvole’.

Nel 2015 esce il primo album della band dall’omonimo nome ‘La Sindrome Di Kessler’, disco ben accolto dalla critica e base per il secondo lavoro in studio in cui vengono portati avanti i temi lasciati in precedenza, ampliandone l’impatto, la potenza, la carica emotiva e sonora.
‘Cemento e nuvole’ dimostra di avere una doppia anima, come sembra suggerire il titolo.

Sa essere diretto e nervoso, ruvido come il cemento, ma anche poetico e sospeso, dai contorni indefiniti. I temi trattati nell’album riguardano il rapporto complicato dell’Uomo con sè stesso e con il proprio tempo, fatto di contraddizioni, voglia di riscatto, rabbia e speranze; è un disco dalle atmosfere a tinte fosche e dai palpiti serrati.

Le dieci tracce che lo costituiscono, tutte in lingua italiana, sono come vertebre di una spina dorsale e ognuna di esse, pur conservando in sé il suo speciale midollo, ovvero la sua essenza di singola unità, è al contempo unità plurale, perché in una catena la singola unità aggiunge una identità collettiva a quella individuale.

‘Siamo figli nati in una casa in fiamme’ è la frase di apertura dell’album: un pugno nello stomaco che ci catapulta nell’evidente stato di pericolo a cui siamo tutti esposti.

Viviamo in luogo in cui il futuro pare già scritto, ma a scriverlo è proprio l’umanità che in questo presente, fatto di tecnologia spasmodica, sovrappopolazione, montagne di rifiuti, inquinamento e politiche insostenibili, gioca il doppio ruolo di vittima e carnefice allo stesso tempo.

Le tracce dell’album si rifanno ad un rock contaminato da grunge, pop, noise e psichedelia, creando così una miscela di brani insoliti ed accattivanti, supportati da una scrittura solida e spesso ricercata.

C’è una domanda che pervade l’intero ordito musicale di ‘Cemento e Nuvole’, un interrogativo che come un filo rosso ne attraversa a mò di arteria le canzoni:
‘‘..dov’è l’uomo? Dov’è finito? Dove si trova?’’

Il singolo con videoclip che anticiperà l’uscita dall’album sarà ‘Cemento e Nuvole’, brano che
fornisce il titolo all’intera opera della band romana.
L’iniziale arpeggio di chitarra non riesce a soverchiare ‘le nuvole che fanno soffocare il mondo’, immagine talmente forte da prefigurare un mondo prigioniero di sé stesso al punto da poter individuare nel cielo le sbarre più alte.

Il brano mostra un carattere deciso e nervoso, senza compromessi, un solido rock in 7/4 in cui la band prende di mira ancora una volta il mondo controverso dell’uomo contemporaneo, le sue contraddizioni e il suo agire spregiudicato. ‘La Sindrome Di Kessler’ denuncia coloro che detengono il controllo su altri uomini tramite speculazioni personali totalmente a svantaggio del bene comune.

Il breve inciso, diretto e potente, è indirizzato direttamente ai colpevoli che, con il loro agire sciagurato, creano, come dice la canzone, ‘fiumi di lacrime, tempeste elettriche, cemento e nuvole che fanno soffocare il mondo’.

 

 

Track List

1) Benzina
2) Gabbia di rose
3) Cemento e nuvole
4) Segnali
5) La prossima infezione
6) Guarda fuori
7) Contraddizioni
8) Non sei più
9) Chi non da
10) Nessuno sa