Roma Suona

Bloody Riot
21 marzo 2016

Roberto Perciballi ci ha lasciato

24 ore per capire tra alcuni post su facebook, 24 ore per mandare giù una notizia così assurda, ma 24 ore non sono bastate e credo non basteranno neanche mesi.

Trovare le parole per quel che è accaduto mi è stato impossibile.

Poche righe per affermare che Roberto è stata una figura che ha profondamente segnato la storia della musica italiana alla stessa stregua di altri grandi che non sono più tra noi, come Francesco Di Giacomo, Rodolfo Malese e molti altri; loro hanno avuto la rara capacità di cambiare il volto della musica nel nostro paese trovando nuove forme comunicative attraverso le proprie doti e personalità.

Generi musicali diversi e lontani certo, ma esiste un sottile filo storico sociale che li accomuna tutti; la grande abilità di aver catturato l’attimo, di aver formato concetti artistici che senza di loro forse, non avrebbero avuto quella velocità e quell’impatto che hanno avuto.

Ci eravamo sentiti qualche settimana fa per via di un articolo che stava scrivendo in merito al concerto dei Bloody Riot il 1 maggio al forte Prenestino, non ricordava se fosse stato il 1983 o il 1984, gli ho mandato la registrazione che feci in quel 1 maggio 1984.

Credo che quel concerto debba essere patrimonio di tutti, per cui ho deciso di pubblicarlo.

Alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze.

Prince Faster

1 maggio 1984 Forte Prenestino.

 Scarica Qui il concerto
Ascoltalo QUI

Commenta

La tua email non sarà pubblicata.Compila i campi segnati. *

*

Articoli correlati

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Hai un band o una struttura?

Cosa aspetti ad iscriverti a RomaSuona e a far sentire la tua voce nello spazio online più rumoroso della capitale?!

REGISTRATI

RomaSuona su Twitter
  • 7 mesi ago

  • 8 mesi ago