Roma Suona

tenco
4 gennaio 2018

Targa Tenco 2017 miglior album in dialetto a Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro

 Dopo la vittoria della Targa Tenco, il più prestigioso riconoscimento alla canzone d’autore, conseguito con l’album “Canti, ballate e ipocondrie d’ammore”, edito da Squilibri, Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro tornano a Roma (11 gennaio Auditorium Parco della musica) con un concerto colto e popolare allo stesso tempo, una nuova band e incontrano alcuni dei giovani cantautori formatisi nell’Hub Culturale della Regione Lazio ‘Officina Pasolini’. Un viaggio fra suoni, parole e suggestioni lungo il quale il mondo poetico di Canio Loguercio, rivisitato da Alessandro D’Alessandro in chiave acustica, si dipana fra struggimenti, giaculatorie e smarrimenti, sul filo del racconto dolente e raffinato di uno dei più originali cantautori in napoletano, la madre lingua delle passioni.
Il pubblico romano avrà così modo di lasciarsi rapire dallo spettacolo che ha incantato una giuria nazionale composta da oltre duecento giornalisti e critici musicali e che si è guadagnato ovunque plausi e riconoscimenti per l’originalità di una proposta musicale che sembra rinnovare la tradizione della canzone napoletana, quando in realtà la tradisce per portarla altrove e rifondarne i registri espressivi. Il mondo visionario-elettrico di Canio Loguercio, chiamato a nuova vita dagli arrangiamenti di Alessandro D’Alessandro, prende progressivamente corpo in una lingua tanto ibridata da bruciare ogni riferimento territoriale, mentre l’organetto di Alessandro D’Alessandro assume un respiro orchestrale, dialogando con chitarre e tammorre secondo le efficaci geometrie ritmiche elaborate dallo stesso D’Alessandro: “con voce sussurrata, un repertorio dolente e al tempo stesso insolente di requiem pagani, Loguercio ha reinventato il teatro-canzone. Senza proclami, fidando nel potere del gioco e dell’ironia” (Alberto Dentice).

L’appuntamento è per l’11 gennaio, alle ore 21, alla Sala Borgna dell’Auditorium Parco della Musica di Roma (Via de Coubertin 30) dove Loguercio e D’Alessandro terranno a battesimo anche la loro nuova formazione composta da Giovanna Famulari (violoncello e pianoforte), Cristiano Califano (chitarre e basso) Giuseppe Spedino Moffa (chitarre, basso e zampogna) e Massimo Cusato (percussioni). Ospiti della serata, Carlo Valente e Marat, provenienti dall’Officina Pasolini, e la cantautrice trevigiana Erica Boschiero.

Una produzione Musica per Roma-Squilibri in collaborazione con l’Officina delle arti P. P. Pasolini e  con il sostegno dei fondi art. 7 legge 93/92

Canio Loguercio Musicista, poeta e performer, candidato alla Targa Tenco nel 2014, è autore di progetti “crossover”, all’incrocio tra canzone d’autore, poesia e teatro.

Alessandro D’Alessandro E’ organetto solista e coordinatore artistico dell’Orchestra Bottoni, finalista al Premio Tenco 2015 e secondo miglior disco al Premio Loano 2014.

Ingresso 15 euro, call center ticketone: 892101 

info@squilibri.itwww.squilibri.it

 

 

Commenta

La tua email non sarà pubblicata.Compila i campi segnati. *

*

Articoli correlati

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Hai un band o una struttura?

Cosa aspetti ad iscriverti a RomaSuona e a far sentire la tua voce nello spazio online più rumoroso della capitale?!

REGISTRATI

RomaSuona su Twitter
  • 9 mesi ago

  • 10 mesi ago