Inior Hypenerotomachia

0
424
Inior

Gli Inior Sono una progressive rock band della capitale, il disco uscito da poco ha un¬†titolo complicatissimo “Hypenerotomachia”.

Band come come queste sono senza dubbio tecnicamente molto preparate, il progressive rock non si improvvisa, ma nel disco c’√® molto di pi√Ļ, oltre alla tecnica di indubbio valore va aggiunta una buona dose di creativit√†; certo non stiamo parlando di un disco rivoluzionario, e nemmeno di un capolavoro del prog mondiale, per√≤ a partire dal primo brano si capisce subito che fanno davvero sul serio, una¬†overture¬†di tutto rispetto e di gran classe.

Non è il solito scimmiottamento di questo o quel gruppo famoso, no, quì le scelte armoniche e le melodie si spingono oltre la semplice pedissequa struttura che in questo genere spesso diviene noiosa e poco credibile.

Gli Inior hanno un progetto serio in testa, un difficile percorso che hanno perseguito con grande determinazione, un insieme di momenti che √® davvero un piacere ascoltare, hanno sapientemente evitato certi barocchismi che avrebbero inesorabilmente portato la band ad essere una delle tante “cover” band fotocopia del mondo progressive.

Un disco completo e senza una sbavatura, senza una nota fuori posto  e senza declinazioni copia/incolla, ottime le soluzioni nei cori e sul cantato che spesso in altri progetti risulta inascoltabile.

Un disco potente, fatto di fughe e rimandi concepiti secondo alcuni essenziali canoni d’obbligo in questo genere, ma che sono sviluppati con grande fantasia e creativit√†.

Il progetto è concepito nel 2005 da Marco Berlenghini e Flavio Stazi.

Inciso molto bene, buona la copertina, arrangiato ottimamente.

Un disco dall’aspetto multiforme e a tratti davvero imponente.

Inior Hypenerotomachia Track List:

The Paper Ship
Mu.s.e.
Stain Of Steel
Worn-Out
From Blue To Red
Starslave
Resilient
INI.OR
Dust

Prince Faster